14 luglio 2009

POIS DI STOFFA

finalmente,dopo una nottata insonne a ritagliare e cucire pois ho finito.contenta,stanca e un pò sudaticcia(...forse è il caso di pensare seriamente all'aria condizionata,che la mansarda sembra di stare nell'anticamera dell'inferno!)
in questo momento sono così soddisfatta ed orgogliosa che vorrei che emiliana vedesse cosa ho fatto con le mie manine!strabuzzerebbe gli occhi,visto che 6 anni fa non sapevo neppure puntare due spilli su una tenda.......

6 commenti :

cicoria ha detto...

BRAVA! E' proprio bella ed originale!

amrita ha detto...

ma grasssieee!!!!!mi sa che adotto il sistema "ritaglia-ricicla-zigzaga" anche sulle magliette sciapine,un pò stinte,e assolutamente noiosette...però,forse è meglio una righetta veloce veloce e dritta,per evitare l'effetto "sto in piedi da sola",che lo zigzag rende i tessuti un pò tropo rigidi.mumblemumble........

m,notavo......bella mttinera anche tu cicò!:O)

Fata Bislacca ha detto...

Davvero carina, la notte in bianco è valsa la pena direi!
Ti lascio qui anche copia della risposta che ti ho lasciato sul mio blog.... Chissà che un giorno non vedremo anche gli "anelli di Amrita"

(...)Torno a rispondere alle domande di Amrita...
Le basi per gli anelli; alcune le compro (quelle piatte e belle circolari) ed altre le faccio io (pinze, filo d'acciaio o d'argento, swirl a tutto spiano....).
La Fimo non si attacca a superfici liscie (in teoria) quindi procedo così: una volta modellati gli anelli li cuocio con la mia base ed imprimo sul fondo la base rotonda dell'anello e poi lo tolgo. Incido una crocettina o scavo un pochino sotto a dove andrà incollato in un secondo tempo l'anello. I brillantini li cuocio con l'anello (o altro pezzo).
Cuocio il tutto a 110° per mezz'ora. Lascio raffreddare.
Estraggo tutti i brillantini con un ago e per gli anelli comprati (per intenderci quelli senza ghirigori ai lati, lisci, dove la fimo non ha occasione di infilarsi ed appiccicarsi) stacco la base. Poi passo sotto l'acqua e sapone per i piatti e liscio ogni pezzo con carte abrasive da carrozziere prima del 600, 1000 e 1200... Olio di gomito a go-go. Poi alla fine macchinetta multifunzione, prima con feltrino rotante a massima velocità (premere poco se no fa buchi) e poi con la pelle di daino per rendere liscia ed impermeabile. Poi passo alla re-incollatura: colla bi-componente professionale e rimetto i brillantini uno ad uno, ricolloco il contorno dell'anello (quelli con le spiraline che faccio io non necessitano questo passaggio perché rimangono salde) ed infine incollo la base per l'anello (ricordi la crocetta o buco che avevo fatto sotto? Serve affinché la colla prenda bene!) e metto nel morsetto per qualche ora in modo che si fissi benissimo. Eccoci, spero di aver risposto a tutto, non sia mai che tu ci stia male!!!! Buon fine settimana a tutte, e buona creatività!
Cathy

amrita ha detto...

cco,come mi mancano delle belle emoticon.
qui ne servirebbe una con una faccetta convolta e la mascella che si alluna fino a terra,e gli occhi enormi!

i miei complimenti per LA PAZIENZA!

AnnaDrai ha detto...

bella assai!!!! mi piaceeeee :)
un salutone

Barabà ha detto...

Che simpatica ed utile borsa!
È tanto grande? Sto cercando ispirazione x una borsona estiva
Grazie e complimenti da una sartina dilettante e pasticciona alle prime armi.
Barbara

Post più popolari